Come Creare un Server SSH su Ubuntu

Guida semplice per installare un SERVER-SSH (Secure Shell) sul nostro sistema operativo Ubuntu Linux. Questo tipo di operazione, ci permetterà di essere raggiungibili da remoto e da locale, al fine di controllare la macchina su cui è installato il server, oppure come protocollo per il trasferimento sicuro di files.

Premetto subito che la Guida è di livello medio alto, considero pertanto implicito che sappiate cos’è un sistema operativo linux (in questo caso la distribuzione presa in esame è Ubuntu Linux) e cosa sia un Console o Terminale. Cos’è il protocollo SSH? SSH per prima cosa significa Secure Shell ed è un protocollo ad elevata protezione dei dati in transito. Questa architettura è molto potente in quanto permette da un qualsiasi pc, di controllare via Console (Terminale) un altro pc, sia nella rete locale, sia in una rete remota. Si può controllare quindi un server, il pc di un amico in panne che chiede il nostro aiuto, oppure si può utilizzare il protocollo in modo efficace per trasferire dati da/verso il pc-remoto tramite il protocollo SFTP. Questo protocollo viene utilizzato tantissimo nel momento in cui stiamo gestendo un server con caricato il nostro sito web.

Come funziona il server SSH? Semplice, è un’applicazione che si installa su un pc, le si configura una Porta di comunicazione verso l’esterno (generalmente se non vado errato è la 22) e si genera una chiava RSA (è una chiave univoca generata dal nostro pc) che permette ai futuri Client di memorizzare di essere passati per il nostro server. (NB: Dovremmo creare degli utenti nel nostro server e fornire le credenziali di accesso ai Client affinchè si possano connettere a noi).

Installazione di un Server SSH Installazione del software (da Terminale scrivete): sudo apt-get install openssh-server openssh-client Verifichiamo che il pc-server abbia attivo il servizio ssh (ricerchiamo il servizio sshd): service –status-all Configuriamo il server-ssh (possiamo per esempio cambiare una porta, utilizzando GEDIT come editor di testo): sudo gedit /etc/ssh/sshd_config A questo punto riavviamo il server-ssh con le nuove impostazioni modificate: sudo /etc/init.d/ssh restart

Creiamo ora, sempre sul pc-server, un nuovo utente(useradd), la sua relativa cartella $Home (-m) e una password (passwdpincopalla): sudo useradd -m pincopalla, sudo passwd pincopalla e digitiamo la password (palladipinco). Il nostro pc-server è pronto! Non ci resta che fornire al nostro amico pincopalla il suo username: pincopalla, la sua password: palladipinco , l’indirizzo IP del server e la porta d’ingresso.

Come Costruire Casetta per Uccelli con una Telecamera

Costruiamo una casetta per gli uccelli completa di telecamera per poter studiare da vicino i nostri piccoli amici.

Se avete un giardino frequentato da uccellini e vi piace ogni tanto lasciargli qualche briciola come spuntino vi divertirete ancora di più a creargli una casetta tutta speciale:
materiale necessario:
2 pannelli di multistrato 15 x 20 x 1,5 cm
2 pannelli in multistrato 35 x 20 x 1,5 cm
1 pannello in multistrato 35 x 15 x 1,5 cm
1 pannello in multistrato 35 x 25 x 1,5 cm
2 cerniere a cardine
trapano con sega a tazza
viti a stella
chiodi da 2 cm
colla
asticella in legno
webcam

Prendiamo uno dei pannelli 35×20 montiamo la sega a tazza sul trapano e facciam un foro di 10 cm di diametro dove più ci piace, montiamo ora una punta da trapano dello spessore della nostra asticella e facciamo un buco a circa 2 cm dal foro fatto con la sega a tazza, non buchiamo del tutto, entriamo nel pannello solo per 1 cm, questo sarà il pannello frontale della nostra casetta.

Ora prendiamo uno dei pannelli laterali da 15 x 20 cm e con il trapano facciamoci un foro abbastanza grande perchè ci possa passare uno spinotto usb alll’interno.
Prendiamo il pannello che servirà per il fondo, quello 35 x 15 appoggiamolo su un piano di lavoro stabile e puliamolo da eventuali impurità, quindi spalmiamo di colla (tipo attak) uno dei margini laterali e cominciamo a montare la parete laterale alla quale abbiamo fatto il foro.
Ora spalmiamo di colla il margine lungo e incolliamo la parete posteriore (pannello integro da 35 x 20), quindi incolliamo l’altra parete laterale e infine la parete frontale.

A questo punto una volta che la colla sarà ben secca e avrà fatto presa rinforziamo tutta la struttura inchiodando le parti tra di loro con i chiodini da 2 cm.
Ora che la nostra struttura è solida appoggiamo l’ultimo pannello come tetto e avvitiamolo alla parete posteriore grazie alle cerniere a cardine.
Prendiamo l’asticella mettiamo un po di colla nel buchetto fatto con il trapano a fianco al buco grosso e incolliamo l’asticella alla parete frontale in modo tale da creare un supporto dove i nostri piccoli amici pennuti possano appoggiarsi prima di entrare nella casetta.

La nostra casetta è quasi pronta, ora inseriamo del materiale soffice (ovatta o cotone idrofilo) sul fondo e ricopriamolo con qualche foglia secca (aggiungiamo anche qualche rametto) quindi posizioniamo la webcam all’interno della casetta (consiglio una webcam che abbia un minimo di visione notturna come opzione) e facciamo fuoriuscire il cavo usb dalla parete laterale. In alternativa è possibile utilizzare una telecamera con sim integrata come quelle indicate su Salaserver.com.

Fissiamo quindi un gancio alla parete posteriore della casetta e appendiamola all’albero che preferiamo, con un po di fortuna in breve tempo sarà colonizzata da un uccellino e noi collegando il cavo usb che fuoriesce dalla parete laterale ad un portatile potremo osservarlo senza recargli troppo disturbo.

Come Creare Sommario in Word

Quante volte dopo aver elaborato un lungo documento con il programma Microsoft Office Word non avete saputo trovare una determinata pagina a causa della lunghezza del documento? Oggi grazie a questa guida conoscerete il metodo per creare un sommario in Word.

Word permette di creare automaticamente dei sommari per organizzare al meglio i vostri lavori, in quanto grazie a quest’ultimi è possibile accedere rapidamente ai punti salienti dei vostri lunghi documenti con un semplice click.
Per creare un sommario in Word, la prima cosa da fare è aprire quest’ultimo.
Aperto il programma Word, una volta creato il vostro documento, assegnate un nome a ogni paragrafo principale.

Successivamente evidenziate con il cursore del mouse ogni titolo relativo ai paragrafi principali.
Poi portate il cursore del mouse nella parte dove intendete posizionare il sommario e una volta fatto ciò, fate click nella barra degli strumenti su “riferimenti” poi su “sommario” ed infine su “inserisci sommario”.
Impostate i vari settaggi scegliendo il tipo di sommario, il formato e via discorrendo.
Dopo fate click su “OK”.

Se intendete modificare un determinato titolo presente nel documento, dovete aggiornare il sommario facendo click nella barra degli strumenti di Word su “riferimenti” poi sul pulsante “aggiungi testo”.
Successivamente mettete un segno di spunta nella voce “aggiorna intero sommario” e fate click su OK.
Fatto ciò potrete aggiornare il vostro sommario in modo semplice ed immediato.

Come Creare Viraggio con Photoshop

Questa semplice guida vi aiuterà a creare un viraggio. Il viraggio, in fotografia, è la colorazione di una foto in bianco e nero. Rende l’immagine molto caratteristica, potendo decidere inoltre, quale colore avere con più influenza sulle ombre e sui mezzitoni.

Cliccare sul tasto Start, ed in seguito sulla scritta Adobe Photoshop cs 2, per aprire il programma. Dopo pochissimi secondi, il tempo di caricare bene il programma, cliccare su File, in seguito cliccare su Apri, scegliere la foto da modificare, ed aprirla con doppio click del mouse, proprio su di essa.

Per prima cosa dobbiamo rendere la foto in bianco e nero. Tra i tanti modi, il più semplice forse è di cliccare su Immagine, sulla barra degli strumenti, in seguito Regolazione, ed infine su Togli Saturazione. Per avere un contrasto migliore, clicchiamo su Immagine, poi su Regolazione, e su Livelli e correggo.

Finalmente possiamo creare il nostro viraggio, cliccando per primo Immagine, in seguito su Regolazione, ed infine su Variazioni. In questa finestra possiamo scegliere il colore che più ci piace, tra rosso, giallo, blu, magenta e cyan, potendo anche approfittare dell’anteprima, e se renderlo più chiaro o più scuro.

Come Creare le Attività Ricorrenti in Outlook

Può esserti capitato di svolgere regolarmente certe attività e non sapere come regolarti e programmarti. A questo rimedia il programma Outlook, che ti da un valido supporto, per non perderti nei meandri del programma dell’attività. Non è per nulla complicato, seguimi e vedrai.

In Outlook, esiste la possibilità di definire delle attività ricorrenti. Se ad esempio devi preparare un report settimanale o mensile del lavoro svolto, oppure devi fare una verifica periodica sullo stato di approvvigionamento del magazzino, puoi creare una Attività ricorrente. Per iniziare, la creazione dell’ Attività è quella standard.

Devi fare clic sul pulsante Nuovo della Barra degli strumenti Standard del gruppo Attività. Quindi dopo aver descritto l’oggetto e le altre caratteristiche dell’attività, fai clic sul pulsante Ricorrenza dalla Barra degli strmenti Standard della finestra Attività. A questo punto l’operazione è quasi terminata, basta definire la ricorrenza dell’evento.

Nella finestra di dialogo Ricorrenza attività definisci il tipo di ricorrenza, specificando se il criterio è giornaliero, settimanale, mensile o annuale. Puoi anche specificare se Outlook dovrà ricreare automaticamente l’attività dopo un determinato intervallo di tempo dal completamento dell’occorrenza precedente.

Una volta impostata la ricorrenza è ovviamente possibile rimuoverla: torna a modificare l’Attività accedendo sempre alla finestra Ricorrenza attività e fai clic sul pulsante Rimuovi ricorrenza. Altro elemento importante da definire è l’intervallo della ricorrenza (per evitare di ritrovarla impostata all’infinito), definendo un termine in una specifica data o dopo un certo numero di occorrenze.