Come Creare Sommario in Word

Quante volte dopo aver elaborato un lungo documento con il programma Microsoft Office Word non avete saputo trovare una determinata pagina a causa della lunghezza del documento? Oggi grazie a questa guida conoscerete il metodo per creare un sommario in Word.

Word permette di creare automaticamente dei sommari per organizzare al meglio i vostri lavori, in quanto grazie a quest’ultimi è possibile accedere rapidamente ai punti salienti dei vostri lunghi documenti con un semplice click.
Per creare un sommario in Word, la prima cosa da fare è aprire quest’ultimo.
Aperto il programma Word, una volta creato il vostro documento, assegnate un nome a ogni paragrafo principale.

Successivamente evidenziate con il cursore del mouse ogni titolo relativo ai paragrafi principali.
Poi portate il cursore del mouse nella parte dove intendete posizionare il sommario e una volta fatto ciò, fate click nella barra degli strumenti su “riferimenti” poi su “sommario” ed infine su “inserisci sommario”.
Impostate i vari settaggi scegliendo il tipo di sommario, il formato e via discorrendo.
Dopo fate click su “OK”.

Se intendete modificare un determinato titolo presente nel documento, dovete aggiornare il sommario facendo click nella barra degli strumenti di Word su “riferimenti” poi sul pulsante “aggiungi testo”.
Successivamente mettete un segno di spunta nella voce “aggiorna intero sommario” e fate click su OK.
Fatto ciò potrete aggiornare il vostro sommario in modo semplice ed immediato.

Come Creare Viraggio con Photoshop

Questa semplice guida vi aiuterà a creare un viraggio. Il viraggio, in fotografia, è la colorazione di una foto in bianco e nero. Rende l’immagine molto caratteristica, potendo decidere inoltre, quale colore avere con più influenza sulle ombre e sui mezzitoni.

Cliccare sul tasto Start, ed in seguito sulla scritta Adobe Photoshop cs 2, per aprire il programma. Dopo pochissimi secondi, il tempo di caricare bene il programma, cliccare su File, in seguito cliccare su Apri, scegliere la foto da modificare, ed aprirla con doppio click del mouse, proprio su di essa.

Per prima cosa dobbiamo rendere la foto in bianco e nero. Tra i tanti modi, il più semplice forse è di cliccare su Immagine, sulla barra degli strumenti, in seguito Regolazione, ed infine su Togli Saturazione. Per avere un contrasto migliore, clicchiamo su Immagine, poi su Regolazione, e su Livelli e correggo.

Finalmente possiamo creare il nostro viraggio, cliccando per primo Immagine, in seguito su Regolazione, ed infine su Variazioni. In questa finestra possiamo scegliere il colore che più ci piace, tra rosso, giallo, blu, magenta e cyan, potendo anche approfittare dell’anteprima, e se renderlo più chiaro o più scuro.

Come Creare le Attività Ricorrenti in Outlook

Può esserti capitato di svolgere regolarmente certe attività e non sapere come regolarti e programmarti. A questo rimedia il programma Outlook, che ti da un valido supporto, per non perderti nei meandri del programma dell’attività. Non è per nulla complicato, seguimi e vedrai.

In Outlook, esiste la possibilità di definire delle attività ricorrenti. Se ad esempio devi preparare un report settimanale o mensile del lavoro svolto, oppure devi fare una verifica periodica sullo stato di approvvigionamento del magazzino, puoi creare una Attività ricorrente. Per iniziare, la creazione dell’ Attività è quella standard.

Devi fare clic sul pulsante Nuovo della Barra degli strumenti Standard del gruppo Attività. Quindi dopo aver descritto l’oggetto e le altre caratteristiche dell’attività, fai clic sul pulsante Ricorrenza dalla Barra degli strmenti Standard della finestra Attività. A questo punto l’operazione è quasi terminata, basta definire la ricorrenza dell’evento.

Nella finestra di dialogo Ricorrenza attività definisci il tipo di ricorrenza, specificando se il criterio è giornaliero, settimanale, mensile o annuale. Puoi anche specificare se Outlook dovrà ricreare automaticamente l’attività dopo un determinato intervallo di tempo dal completamento dell’occorrenza precedente.

Una volta impostata la ricorrenza è ovviamente possibile rimuoverla: torna a modificare l’Attività accedendo sempre alla finestra Ricorrenza attività e fai clic sul pulsante Rimuovi ricorrenza. Altro elemento importante da definire è l’intervallo della ricorrenza (per evitare di ritrovarla impostata all’infinito), definendo un termine in una specifica data o dopo un certo numero di occorrenze.

Come Aprire Porte del Router

Ti sarà capitato spesso che la connessione internet sia lenta o che tu non riesca a giocare online con i tuoi amici, con la presenza di ritardi o lag di gioco. Per ovviare a tali problemi, una delle soluzioni potrebbe essere quella relativa all’apertura delle porte del router.
Se sei connesso ad internet con un router (e non un modem), sappi che questo incanala la connessione attraverso delle porte virtuali e che ogni applicazione presente sul tuo PC richiede una porta di accesso del router differente.
Se queste dovessero essere chiuse, il livello di sicurezza è estremamente elevato a discapito di una connessione veloce non filtrata. Oggi ti spiegherò come aprire queste porte per ovviare ai tuoi problemi.

Inizia col capire il modello del tuo router. Se hai ancora la scatola, controlla il modello che c’è scritto sulla confezione, ricordati che è importante sia la marca che il modello.
Se non possiedi più la scatola, controlla sotto il router. Ci dovrebbe essere un’etichetta che indica ciò che ti servirà successivamente.

Ogni modello di router ha un procedimento differente per aprire le porte del router.
Accedi sul sito PortForward, scorri la pagina verso il fondo e trova il tuo modello di router.
Non appena l’hai trovato, clicca il relativo link. Nel caso in cui non trovassi il modello del tuo router, non temere! Selezionane uno simile (della stessa marca). Se tutto va bene, il procedimento dovrebbe essere il medesimo!

Si aprirà una pagina pubblicitaria (essendo un sito gratuito). Per proseguire, clicca sul link in alto a destra: “Click here to skip this advertisement…”.

La pagina che si aprirà ora, elencherà una serie di applicazioni, programmi e giochi. Cerca tra questi il programma per il quale desideri aprire le porte del router (per esempio eMule).
Sei sei fortunato troverai l’indicazione precisa del numero relativo alle porte che dovrai aprire. Nel caso in cui non ci sia l’applicazione, ma tu conosci ugualmente le porte da aprire, clicca su un processo simile (se ad esempio sono relative ad un gioco, clicca sul nome di un qualsiasi gioco).

Cliccando sulla pagina dell’applicazione o del gioco, ti apparirà una pagina completa che spiegherà tutte istruzioni da seguire.

Come Aprire File Rar

Avrai sicuramente avuto a che fare con questi temutissimi file .rar, chiedendoti, con cosa li apro.
La presenza di un file con quell’estensione, ti deve far capire che è stato compresso per ridurne le dimensioni, o semplicemente per evitare di avere 100 file contenuti in una cartella, da inviare singolarmente via mail.
Aprire questi file, per poter usufruire del contenuto, è più semplice di quanto pensi.

Per scaricare il programma che ti permetterà di aprire il file .rar, clicca su questo link che ti metto a disposizione. Ti apparirà questa schermata qui sotto.
Devi solamente cliccare sul tasto Download. Il file è di 1.3 MegaByte, per cui occupa pochissimo spazio.
Una volta scaricato il file .exe, avvialo. Ti si aprirà il programma di installazione.
Dovrai inserire la cartella di installazione, io ti consiglio di lasciare quella predefinita, e cliccare sul tasto Install.

L’installazione durerà pochi secondi e al termine ti apparirà una schermata in cui potrai vedere tutte le estensioni compatibili con WinRar (non si limita alla sola .rar). Ti consiglio di lasciarle selezionate tutte tranne ZIP e ISO, perchè per il primo abbiamo a disposizione windows con le sue applicazioni pre-installate, per il secondo vedremo, in un successivo articolo il metodo migliore per aprire quell’estensione.
Infine clicca sul tasto “Ok”.

Estrarre i file è facilissimo! Clicca col tasto destro del mouse sul file RAR che vuoi estrarre, ti apparirà un menu a tendina. Clicca sulla voce “Extract to NOMEFILE”. Automaticamente il programma estrarrà i file contenuti nel file .rar, all’interno di una cartella con lo stesso nome del file, nel medesimo posto dove si trovava il file rar.
Devi solamente aspettare tempo (in base alle dimensioni del file), per poter utilizzare i contenuti estratti.

Risulta essere altrettanto possibile effettuare il procedimento inverso, ovvero partendo da un file di dimensioni elevate, comprimerlo in un file .rar per ridurre il numero dei MegaByte. Si può utilizzare questo procedimento se si vuole passare un file di dimensioni elevate, che non potrebbe essere contenuto su una penna USB. Vediamo come fare.
Clicca col tasto destro del mouse sulla cartella oppure sull’icona del file che vuoi comprimere. Ora clicca sulla voce Add to NOMEFILE.rar, ed attendi qualche secondo, sempre a seconda delle dimensioni del file originario. Ecco il tuo file di dimensioni ridotte.